Neuro e Psicomotricità

Presso l'ambulatorio di Psicomotricità del Centro Medico Petrazzuoli si interviene per favorire un armonico sviluppo psicomotorio e prevenire disagi della relazione e degli apprendimenti nelle persone in età evolutiva


Prestazioni
  • Neuromotricità
  • Psicomotricità
  • Tecnica A.B.A.

Contattaci

Telefono

Dal Lunedì al Venerdì
dalle ore 08:00 alle ore 20:00
Sabato dalle ore 08:00 alle ore 15:30

+39 0823.341052

Whatsapp

Nel testo del messaggio scrivi i tuoi dati e la prestazione richiesta.
Sarai ricontattato il prima possibile.

+39 331.2428683

E-mail

Nel testo del messaggio scrivi i tuoi dati e la prestazione richiesta.
Sarai ricontattato il prima possibile.

info@centromedicopetrazzuoli.it

Neuro e Psicomotricità

La psicomotricità è una disciplina che si interessa della persona attraverso la valorizzazione del corpo considerato come base dello sviluppo dell’identità, espressione della vita emotiva, fondamento dei processi cognitivi e organizzatore della motricità in termini funzionali e relazionali. In tal senso considera la persona nella sua ‘globalità psico-corporea’, strutturale e funzionale il cui vissuto complessivo sta alla base della vita.

Il T.N.P.E.E.

Il terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva è l’operatore sanitario che,in possesso della laurea triennale, svolge, in collaborazione con l’équipe multi professionale di neuropsichiatria infantile e in collaborazione con le altre discipline dell’area pediatrica, gli interventi di prevenzione, terapia e riabilitazione delle malattie neuropsichiatriche infantili, nelle aree della neuro-psicomotricità, della neuropsicologia e della psicopatologia dello sviluppo.

Cosa fa lo psicomotricista

Il T.N.P.E.E. svolge interventi diretti alla prevenzionevalutazione terapia di bambini con difficoltà evolutive, motorie e neuro cognitive. In particolare:

  • identifica il bisogno e realizza il bilancio diagnostico e terapeutico del bambino
  • svolge attività terapeutica per le disabilità neuro-psicomotorie, psicomotorie e neuropsicologiche in età evolutiva utilizzando tecniche specifiche per fascia d’età e per singoli stadi di sviluppo
  • attua procedure rivolte all’inserimento dei soggetti portatori di disabilità neuro-psicomotoria e cognitivo; collabora all’interno dell’équipe multi professionale con gli operatori scolastici per l’attuazione della prevenzione, della diagnosi funzionale e del profilo dinamico-funzionale del piano educativo individualizzato;
  • verifica l’adozione di protesi e di ausili rispetto ai compensi neuropsicologici e al rischio psicopatologico

A chi si rivolge lo psicomotricista:

Il T.N.P.E.E. si rivolge in particolare a bambini con ritardi semplici e generalizzati di sviluppo, deficit d’attenzione, iperattività, inibizione motoria, disturbi minori del movimento e disturbi dell’apprendimento. Inoltre si dedica ai bambini con patologie neuro-motorie come malattie neuromuscolari, PCI e altre patologie congenite.

Psicomotricista

Lo Psicomotricista è l’operatore che svolge interventi di educazioneprevenzione sostegno alla crescita psicofisica, emotivo/relazionale dell’individuo utilizzando metodi e tecniche ludiche a mediazione corporea.

In particolare:

  • Effettua interventi preventivo-educativo in ambito psicopedagogico e socio-educativo
  • Svolge attività di formazione indirizzata agli adulti (genitori, educatori, insegnanti, operatori dell’ambito socio-sanitario ed assistenziale)allo scopo di favorire l’ascolto di sé e dell’altro, per un miglioramento delle dinamiche relazionali.
  • Aiuta a superare i momenti di crisi evolutiva nelle diverse età, operando per prevenire l’instaurarsi di una situazione patologica, eventualmente in collaborazione con altre figure professionali
  • Interviene specificatamente in situazioni di patologia conclamata, operando per la mobilizzazione delle risorse psicofisiche della persona e del suo contestoCome lavora
    L’intervento di aiuto psicomotorio può essere realizzato in forma individuale o di gruppo: risultanti dall’osservazione dei bisogni di ogni singolo bambino e sull’individuazione di un progetto di lavoro specifico.

Per diventare psicomotricista occorre seguire un corso, solitamente di durata triennale, il quale viene attivato da numerosi centri professionali e formativi presenti in tutta Italia, con lezioni tenute da docenti e professionisti dell’ambiente che, oltre ad illustrare agli alunni le dinamiche teoriche della disciplina, li guideranno passo dopo passo nell’effettuazione di esercizi mirati

Presso il nostro studio potrai richiedere per il tuo bambino la Consulenza di un esperto della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva con alta formazione in Analisi Comportamentale Applicata (AppliedBehaviorAnalysisi – A.B.A.).

In riferimento al tuo bisogno, potrai ricevere tutte le indicazioni necessarieper affrontare con serenità le difficoltà incontrate nel percorso di crescita del tuo bambino fin dalla prima infanzia:

  • disturbi del sonno
  • difficoltà nello svezzamento
  • selettività alimentare
  • educazione alimentare
  • educazione al gioco
  • educazione all’uso della tecnologia
  • ipercinesia
  • difficoltà nel controllo educativo
  • ritardo del linguaggio – fisiologia o segnali precursori?
  • Comunicazione aumentativa Alternativa – Ausili tecnologici
  • Accesso alla primaria
  • Motricità e apprendimento
  • Difficoltà e disturbi dell’apprendimento
  • Disturbi del comportamento
  • Disturbi della condotta
  • Percorso accesso ad una certificazione diagnostica.

In riferimento alla diagnosi ed alle prescrizioni mediche, lo specialista adatterà gli interventi terapeutici alle peculiari caratteristiche che si modificano nel tempo in relazione alle funzioni emergenti.

Per conoscere lo specialista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutivae le caratteristiche che lo rendono uno speciale educatore dedicato al bambino fin dalla prima infanzia, ti invitiamo a leggere qualche nota del suo profilo professionale.

I Laureati in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva In riferimento alla diagnosi ed alle prescrizioni mediche, adattano gli interventi terapeutici alle peculiari caratteristiche dei pazienti in età evolutiva con quadri clinici multiformi che si modificano nel tempo in relazione alle funzioni emergenti:

  • Individua ed elabora, in equipe multiprofessionale, il programma di prevenzione, terapia e riabilitazione volto al superamento del bisogno di salute del bambino
  • Attua interventi terapeutici riabilitati ed abilitativi nei disturbi percettivo-motori, neurocognitivi, di simbolizzazione ed interazione fin dalla nascita
  • Attua procedure rivolte all’inserimento dei soggetti con difficoltà o disabilità
  • Collabora in equipe e con gli operatori scolastici per l’attuazione della prevenzione, della diagnosi funzionale e del profilo dinamico-funzionale delProgramma Educativo Individuale
  • Svolge attività terapeutica per le disabilità neuropsicomotorie, psicomotorie e psicologiche, in età evolutiva utilizzando tecniche specifiche per fasce d’età e per singoli stadi di sviluppo
  • Attuano procedure di valutazione, identificano il bisogno e realizzano il bilancio diagnostico e terapeutico tra potenziamento funzionale generale e stato oggettuale
  • Partecipano alla riabilitazione in tutte le patologie acute e croniche dell’infanzia
  • Svolgono attività di studio, didattica e ricerca specifica e applicata e di consulenza professionale nei servizi sanitari e nei luoghi in cui si richiede la loro competenza professionale
  • Contribuiscono alla formazione del personale di supporto
  • Svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero professionale

Hai bisogno di informazioni?

Open chat